RECLAMO N°. 167 DELLA SOCIETÀ SSD VIAREGGIO 2014 ARL AVVERSO LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE ACCORDI ECONOMICI – LND IN MERITO ALLA CONTROVERSIA SORTA CON IL CALCIATORE LO BOSCO ANDREA, PUBBLICATA NEL 276/CAE-LND del 30.3.2017.

0 Comments

Con reclamo trasmesso a mezzo pec in data 05 aprile 2017, la SSD Viareggio 2014 a rl ha adito questo Tribunale Federale impugnando la decisione della Commissione Accordi Economici del 30 marzo 2017, con la quale essa reclamante è stata condannata al pagamento in favore del calciatore Lo Bosco Andrea dell’importo di Euro 1.705,00, a saldo della somma allo stesso dovuta in forza dell’accordo economico inter partes per la stagione sportiva 2015/2016.

A sostegno deduce che il giocatore, nel corso degli ultimi mesi della durata dell’accordo, spesso accusava infortuni non ben certificati e dimostrava una condotta non aderente ai propri obblighi contrattuali, palesando disinteresse e mancanza d’impegno e della professionalità richiesta, contravvenendo in tal modo, oltre ad una regola generale di ordinaria diligenza nello svolgimento della propria professione, anche a quanto previsto dall’art. 92 NOIF. Conseguentemente conclude per l’accoglimento del reclamo e la riforma della decisione impugnata.

Ritualmente notiziato del reclamo, il calciatore Lo Bosco Andrea ha inviato tempestive controdeduzioni evidenziando in primo luogo la quasi integrale copiatura del contenuto della memoria difensiva depositata dalla Società innanzi la CAE e la pretestuosità ed infondatezza delle doglianze lamentate dalla Società.

Lo stesso conclude, pertanto, per il rigetto del reclamo e la conferma della impugnata decisione, oltre che per la temerarietà dell’appello proposto.

Con pec inviata in data 24 maggio 2017, la SSD Viareggio 2014 trasmetteva un ulteriore nota con la quale informava questo Tribunale dell’avvenuta risoluzione stragiudiziale della vertenza, allegando lettera del legale del giocatore con cui si dava atto dell’avvenuta ricezione da parte del giocatore delle somme dovute e transattivamente determinate in € 1.200,00 e della conseguente rinuncia agli atti del presente procedimento.

La vertenza è stata, quindi, decisa alla riunione del 29 maggio 2017.

 

Ritiene questo Tribunale che, nel caso di specie, ricorrano effettivamente le condizioni per dichiarare l’intervenuta cessazione della materia del contendere in ordine al pagamento del premio di preparazione.

Infatti il documento prodotto indirizzato alla SSD Viareggio 2014 e a firma del legale del giocatore Lo Bosco Andrea, anche se non indirizzato a questo Tribunale, consente di ritenere raggiunto tra le parti un accordo transattivo in ordine al pagamento del saldo della somma ancora dovuta in forza dell’accordo economico inter partes per la stagione sportiva 2015/2016 e la conseguente volontà di far cessare la controversia.

Tutto quanto sopra premesso.

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche,

attesa la comunicazione del legale del calciatore Lo Bosco Andrea del 24.5.2017, dichiara cessata la materia del contendere, fermo restando l’obbligo del pagamento della penale alla FIGC, come da decisione impugnata.

Ordina incamerarsi la tassa.

About admin

    You May Also Like

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *