RECLAMO N°. 171 DELLA SOCIETÀ SSDARL POTENZA CALCIO AVVERSO LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE ACCORDI ECONOMICI – LND IN MERITO ALLA CONTROVERSIA SORTA CON IL CALCIATORE NAVAS GAETANO, PUBBLICATA NEL C.U. 285/CAE-LND del 6.4.2017.

0 Comments

Con raccomandata A/R n. 15089959034-5 del 10.10.2016, inviata alla SSD ARL Potenza Calcio e per conoscenza alla Commissione Accordi Economici ed all’Associazione Italiana Calciatori e ricevuta dalla Società in data 20.10.2016, il Sig. Gaetano Navas, con incarico conferito all’Avv. Gennaro Lollo, sollecitava il pagamento di € 1.450,00, quale somma residua del corrispettivo dovuto per la stagione sportiva 2015/2016, in virtù dell’accordo economico sottoscritto tra il calciatore e la suddetta Società.

Successivamente, il calciatore inviava altra raccomandata A/R a firma dello stesso e dell’Avv. Gennaro Lollo, alla SSD ARL Potenza Calcio, alla C.A.E. e p.c. all’A.I.C., nella quale reiterava la richiesta già avanzata precedentemente e deduceva la violazione dell’accordo economico stipulato per il campionato di Serie D, Girone H, provvedendo al pagamento, in data 15.02.2017, della tassa di reclamo dovuta alla C.A.E.

La Commissione Accordi Economici, con decisione del 06.04.2017, accoglieva il reclamo, datato 10.10.2016, e condannava la SSD ARL Potenza Calcio al pagamento dell’importo complessivo di € 1.450,00, con restituzione della tassa di reclamo in favore del calciatore Navas.

Avverso tale decisione, la Società soccombente proponeva ricorso innanzi a questo Tribunale Federale eccependo due questioni procedurali: la dichiarazione di inammissibilità d’ufficio del reclamo datato 10.10.2016, in quanto non sottoscritto dal difensore e comunque estinto, essendo la decisione della C.A.E. intervenuta oltre 90 giorni dalla proposizione dello stesso ed in subordine, laddove il reclamo fosse diverso da quello ricevuto dalla Società, la dichiarazione di inammissibilità di quest’ultimo per palese violazione del contraddittorio.

Controdeduceva il calciatore Navas chiedendo il rigetto del ricorso ed in subordine la possibilità di riproporre il reclamo.

Il reclamo presentato dalla Società SSD ARL Potenza Calcio deve essere accolto.

Si ritiene, infatti, ai sensi dell’art. 33 commi 5 e 8 CGS e dell’art. 25 bis comma 4 del Regolamento L.N.D., non solo che i reclami sottoscritti dalle parti o dai loro procuratori devono

 

essere motivati e trasmessi agli organi competenti ma, altresì, che al reclamo diretto alla C.A.E. deve essere allegato l’avviso di ricevimento in originale, nonché la prova dell’avvenuto versamento della prescritta tassa di euro 100,00.

Orbene, dall’esame della documentazione pervenuta a questo Tribunale risulta che la lettera raccomandata A/R inviata in data 10.10.2016 alla SSD ARL Potenza Calcio e, per conoscenza, alla Commissione Accordi Economici, non può essere considerata quale mezzo idoneo ad instaurare il procedimento innanzi all’Organo Federale, trattandosi di semplice lettera di messa in mora avente il mero scopo di sollecitare il pagamento delle somme dovute al calciatore.

Al vizio procedurale sul quale è stato incardinato il procedimento innanzi alla C.A.E., consegue l’annullamento della decisione del 06.04.2017 della Commissione Accordi Economici-L.N.D., come stabilito dall’art. 37 co. 4 del CGS

La disposizione testé richiamata prevede che laddove la Corte Federale di appello rilevi motivi di inammissibilità o di improcedibilità del reclamo in prima istanza, deve procedere all’annullamento della decisione impugnata senza rinvio.

Tale norma, sebbene dettata per disciplinare i procedimenti pendenti innanzi alla Corte Federale di appello, può essere applicata estensivamente anche al Tribunale Federale Nazionale- Sezione Vertenze Economiche, trattandosi nella specie di organo giudicante di secondo grado.

Tanto premesso.

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche,

accoglie il reclamo presentato dalla Società SSDARL Potenza Calcio e, per l’effetto, annulla l’impugnata decisione della CAE – LND.

Ordina restituirsi la tassa.

About admin

    You May Also Like

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *