RECLAMO N°. 173 DELLA SOCIETÀ SEF TORRES 1903 SRL AVVERSO LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE ACCORDI ECONOMICI – LND IN MERITO ALLA CONTROVERSIA SORTA CON IL CALCIATORE VARRIALE UMBERTO, PUBBLICATA NEL C.U. 285/CAE-LND del 6.4.2017.

0 Comments

Con atto del 11 aprile 2017, la Sef Torres 1903 Srl ha adito questo Tribunale Federale impugnando la decisione della Commissione Accordi Economici LND del 6 aprile 2017, con la quale essa reclamante è stata condannata al pagamento in favore del calciatore Umberto Varriale del complessivo importo di euro 7.627,48 dallo stesso richiesto a titolo di saldo della somma dovuta in forza dell’accordo economico sottoscritto per la stagione sportiva 2016/2017 e tenuto conto dell’acconto percepito di euro 2.000,00.

 

La reclamante Società deduce nel merito di non dover alcuna somma al calciatore; ad ogni modo precisa di non avere al momento la necessaria documentazione contabile ed amministrativa a propria disposizione a causa del cambio di gestione sociale avvenuto ad aprile 2016. La vicenda del passaggio di gestione sociale e dello smarrimento della documentazione sarebbe poi sottoposta al vaglio della Giustizia Ordinaria (come da querela allegata) di talché la reclamante chiede al riguardo in via preliminare la sospensione del presente procedimento in attesa degli esiti giudiziali.

Il calciatore Varriale, ritualmente notiziato del reclamo, ha inviato proprie controdeduzioni deducendo in via preliminare l’inammissibilità della documentazione prodotta da controparte per la prima volta innanzi a questo Tribunale e non alla CAE, ove nulla era stato dedotto.

Nel merito insiste pertanto per la condanna della Sef Torres 1903 Srl al pagamento dei compensi non avendo controparte dimostrato alcun pagamento effettuato per le somme richieste e non potendo di certo imputarsi al calciatore, a scapito dei suoi diritti, la vicenda del passaggio societario e dello smarrimento documentale; anzi in atti è sostanzialmente riconosciuto dalla stessa reclamante come il calciatore abbia prestato la propria attività agonistica per la medesima Società ricevendo compensi per € 2.000,00, cioè solo parte di quanto stabilito.

Il reclamo è stato discusso e deciso alla riunione del 29 maggio 2017.

In via preliminare deve rilevarsi come non sussistono motivi per sospendere il procedimento in quanto la vicenda del passaggio di proprietà della Sef Torres e dello smarrimento della documentazione, foriera di possibili controversie innanzi alla Giustizia Ordinaria così come l’eventuale corso degli accertamenti di quest’ultima non rilevano in questa sede, né possono comunque imputarsi o incidere in senso negativo per il calciatore.

Nel merito il reclamo deve rigettarsi.

Non vi sono invero motivi per riformare la decisione della CAE che risulta corretta; le generiche contestazioni della reclamante – oltre che tardive e quindi in parte inammissibili – rimangono prive di alcun rilievo o pregio, confermando per la verità un atteggiamento pretestuoso delle reclamante, con la proposizione di molteplici identici reclami già decisi da questo Collegio nello stesso identico senso.

Tutto quanto sopra premesso.

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche,

rigetta il reclamo presentato dalla Società SEF Torres 1903 Srl e, per l’effetto, conferma l’impugnata decisione della CAE – LND.

Condanna la Società ricorrente al pagamento delle spese di lite in favore del calciatore Varriale Umberto in complessivi € 300,00 (Euro trecento/00), oltre oneri di legge se dovuti.

Ordina incamerarsi la tassa.

About admin

    You May Also Like

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *