RECLAMO N° 180 DELLA SOCIETÀ ACD RONDINELLE CONTRO LA SOCIETÀ ASD LUPARENSE CALCIO A 5 AVVERSO LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE PREMI (RIC. N. 716 – PREMIO DI PREPARAZIONE PER IL CALCIATORE MARCONATO ANDREA), PUBBLICATA NEL C.U. 8/E DEL 1 APRILE 2016.

0 Comments

Con reclamo del 15.04.2016 la Società ACD Rondinelle adiva questo Tribunale Federale al fine di ottenere la riforma della decisione di cui al C.U. N. 8/E del 1° Aprile 2016 con la quale la Commissione Premi aveva dichiarato l’inammissibilità del ricorso da essa reclamante proposto per il pagamento del premio di preparazione conseguente al tesseramento del calciatore Marconato Andrea in favore della Società Luparense Calcio a 5, sul presupposto che essa ricorrente non partecipasse a campionati di calcio a 5.

Esponeva la reclamante che la Società Luparense Calcio a 5, sebbene contenente nella ragione sociale la dicitura “calcio a 5”, in realtà, con il numero di matricola 943159 aveva partecipato al campionato 2015/2016 di calcio ad 11 del comitato regionale Veneto- categoria allievi regionali girone D – e che la stessa aveva regolarmente utilizzato il suddetto calciatore. A sostegno allegava copia del calendario dell’attuale stagione sportiva.

Concludeva, pertanto, per l’accoglimento del reclamo.

Il reclamo proposto dalla Società ACD Rondinelle è inammissibile.

É di fatto sufficiente rilevare che manca agli atti la prova dell’invio del reclamo alla controparte (prova pur espressamente sollecitata dalla segreteria), e ciò comporta violazione dell’art. 30, comma 33, CGS e conseguente inammissibilità del reclamo medesimo.

Ciò premesso.

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche, dichiara inammissibile il reclamo della Società ACD Rondinelle.

Ordina incamerarsi la tassa.

About admin

    You May Also Like