RECLAMO N°. 187 DELLA SOCIETÀ ASD ALBENGA 1928 CONTRO LA SOCIETÀ ASD LOANESI SAN FRANCESCO AVVERSO LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE PREMI (RIC. N. 784 – PREMIO DI PREPARAZIONE PER IL CALCIATORE VELAJ LOREN), PUBBLICATA NEL C.U. 9/E DEL 20 APRILE 2017.

0 Comments

Con ricorso del 10 febbraio 2017, la ASD Loanesi San Francesco adiva la Commissione Premi al fine di ottenere il riconoscimento del premio di preparazione ex art. 96 NOIF relativo all’atleta Velaj Loren (Ric. N. 784), tesserato per la prima volta per il campionato di Eccellenza dalla ASD Albenga 1928.

Con decisione di cui al Comunicato Ufficiale n. 9/E del 20 aprile 2017, comunicata in data 12 maggio 2017 alla ASD Albenga 1928 ed in data 16 maggio 2017 alla ASD Loanesi San Francesco, la Commissione Premi, riconoscendo la Società ASD Loanesi San Francesco quale unica Società avente diritto al premio di preparazione disciplinato dall’art. 96 NOIF relativo all’atleta Velaj Loren, condannava la ASD Albenga 1928 al pagamento dell’importo totale di € 3.375,00, di cui € 2.700,00 a titolo di premio di preparazione in favore della Società ASD Loanesi San Francesco ed € 675,00 a titolo di penale da corrispondersi in favore della FIGC.

 

Avverso la suddetta decisione, la ASD Albenga 1928 ha proposto reclamo con atto comunicato in data 18 maggio 2017.

A sostegno del proprio reclamo, la Società rileva la erroneità della decisione impugnata in quanto, avendo l’atleta Velaj Loren lo status di giocatore extracomunitario con permesso di soggiorno a durata (non quello per soggiornanti a lungo periodo con durata illimitata) e non potendo, quindi, essere tesserato per più di una stagione sportiva, non vi sarebbero i presupposti normativi per il riconoscimento di alcun premio di preparazione in favore della ASD Loanesi San Francesco.

Conclude, pertanto, la reclamante per la riforma della decisione impugnata  della Commissione Premi.

In assenza di controdeduzioni da parte della ASD Loanesi San Francesco, ritualmente notiziata del reclamo, lo stesso veniva deciso all’udienza del 31 luglio 2017.

Il ricorso è fondato e deve essere, pertanto, accolto.

Si osserva, infatti, che la ASD Albenga 1928 ha potuto tesserare il calciatore Velaj Loren per la sola stagione sportiva 2016/2017 in conformità alle previsioni di cui al riformato art. 40 quater NOIF che, pur ripromettendosi di equiparare, ai fini del tesseramento, i calciatori di nazionalità italiana con quelli di nazionalità estera, come esplicitato al 3° comma, 3° cpv (e come è effettivamente avvenuto per i soli calciatori stranieri comunitari), ha invece fatto salvi, per i calciatori extracomunitari che non hanno mai giocato per Federazione estera i limiti derivanti dalla durata del permesso di soggiorno, essendo esplicitamente previsto che lo stesso debba “avere scadenza non anteriore al 31 gennaio dell’anno in cui termina la stagione sportiva per la quale il calciatore/calciatrice richiede il tesseramento”.

Dunque, la durata limitata del  permesso di  soggiorno del  calciatore di cui si  verte ha comportato l’assunzione del vincolo di tesseramento in favore della ASD Albenga 1928 per la sola stagione sportiva 2016/2017, con la conseguenza che, nel caso di specie, alla Società ASD Loanesi San Francesco non poteva riconoscersi il premio di cui all’art. 96 NOIF, difettando il presupposto del tesseramento pluriennale in favore della stessa ASD Albenga 1928.

Tutto quanto premesso.

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche,

accoglie il reclamo presentato dalla Società ASD Albenga 1928 e, per l’effetto, annulla l’impugnata decisione della Commissione Premi.

Ordina restituirsi la tassa.

About admin

    You May Also Like