RECLAMO N° 187 DELLA SOCIETÀ ASD AV HERCULANEUM 1924 CONTRO LA SOCIETÀ SCD PROMOTION SOCCER AVVERSO LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE PREMI (RIC. N. 691 – PREMIO DI PREPARAZIONE PER IL CALCIATORE D’ALTERIO VINCENZO), PUBBLICATA NEL C.U. 8/E DEL 1 APRILE 2016.

0 Comments

Con ricorso n. 691 del 22.01.2016 la Società SCD Promotion Soccer adiva la Commissione Premi chiedendo la condanna della Società ASD A.V. Herculaneum 1924 al pagamento del premio di preparazione previsto dall’art. 96 delle NOIF, per avere quest’ultima tesserato con vincolo “giovane dilettante”, per la stagione sportiva 2013/2014, il calciatore D’Alterio Vincenzo, nato il 23.09.1997.

Con delibera in C.U. 8/E del 01.04.2016 la Commissione Premi, accertata l’attendibilità della richiesta, accoglieva il ricorso e condannava la Società ASD A.V. Herculaneum 1924 al pagamento della somma di € 2.036,25, di cui € 1.629,00 alla Società SCD Promotion Soccer a titolo di premio di preparazione quale ultima titolare del vincolo annuale ed € 407,25 alla

F.I.G.C. a titolo di penale.

Avverso tale delibera, con atto del 22.04.2016, la Società ASD A.V. Herculaneum 1924 proponeva impugnazione dinnanzi a questo Tribunale Federale.

Deduceva l’appellante in via preliminare l’inammissibilità del ricorso introduttivo per asserita mancata trasmissione degli allegati ivi menzionati come pure l’improcedibilità per mancata richiesta bonaria di pagamento del premio. Nel merito, contestava la sussistenza dei presupposti di cui all’art. 96 NOIF e, segnatamente, la sussistenza del vincolo per una intera stagione sportiva.

La SCD Promotion Soccer non ha depositato controdeduzioni.

Non potendo trovare accoglimento la richiesta avanzata dalla reclamante di rinvio della trattazione della vertenza, in quanto sfornita di adeguata motivazione, il reclamo è stato esaminato nella riunione del 15.06.2016.

Il reclamo deve essere dichiarato inammissibile per omesso invio del medesimo alla controparte.

Invero, la copia della ricevuta postale di spedizione della relativa raccomandata, allegata al reclamo, contiene come destinatario la Soc. Gioventù Partenope e non già la SCD Promotion Soccer, ciò che ha impedito la regolare costituzione del contraddittorio e che determina l’inammissibilità del reclamo per la violazione dell’art. 30, comma 33, CGS.

Tanto considerato

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche,

dichiara inammissibile il reclamo della Società ASD AV Herculaneum 1924. Ordina incamerarsi la tassa.

About admin

    You May Also Like