RECLAMO N° 192 DELLA SOCIETÀ ASD AV HERCULANEUM 1924 CONTRO LA SOCIETÀ SCD PROMOTION SOCCER AVVERSO LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE PREMI (RIC. N. 737 – PREMIO DI PREPARAZIONE PER IL CALCIATORE RUFFINELLI DAVIDE), PUBBLICATA NEL C.U. 8/E DEL 1 APRILE 2016.

0 Comments

Con ricorso n. 738 del 18.02.2016 la Società ASD Gioventù Partenope adiva la Commissione Premi chiedendo la condanna della Società ASD A.V. Herculaneum 1924 al pagamento del premio di preparazione previsto dall’art. 96 delle NOIF, per avere quest’ultima tesserato con

 

vincolo “giovane dilettante”, per la stagione sportiva 2011/2012, il calciatore Ruffinelli Davide, nato il 18.02.1996

Con delibera in C.U. 8/E del 01.04.2016 la Commissione Premi, accertata l’attendibilità della richiesta, accoglieva il ricorso e condannava la Società ASD A.V. Herculaneum 1924 al pagamento della somma di € 1.357,50, di cui € 1.086,00 alla Società ASD Gioventù Partenope a titolo di premio di preparazione quale penultima titolare del vincolo annuale, ed € 271,50 alla

F.I.G.C. a titolo di penale.

Avverso tale delibera, con atto del 22.04.2016, la Società ASD A.V. Herculaneum 1924 proponeva impugnazione dinnanzi a questo Tribunale Federale.

Deduceva l’appellante in via preliminare l’inammissibilità del ricorso introduttivo per asserita mancata trasmissione degli allegati ivi menzionati come pure l’improcedibilità per mancata richiesta bonaria di pagamento del premio. Nel merito, contestava la sussistenza dei presupposti di cui all’art. 96 NOIF e, segnatamente, la sussistenza del vincolo per una intera stagione sportiva.

La ASD Gioventù Partenope ha controdedotto chiedendo il rigetto del gravame.

Non potendo trovare accoglimento la richiesta avanzata dalla reclamante di rinvio della trattazione della vertenza, in quanto sfornita di adeguata motivazione, il reclamo è stato esaminato nella riunione del 15.06.2016.

Il reclamo deve essere rigettato in quanto infondato.

Deve, infatti, respingersi la preliminare eccezione di inammissibilità del ricorso introduttivo per asserito mancato invio alla controparte dei relativi allegati, posto che l’art. 96 NOIF, nello stabilire che i cartellini di tesseramento del calciatore e la ricevuta della spedizione alla controparte devono essere allegati al ricorso, non prevede che le relative copie debbano essere inviate anche alla controparte.

Trattasi, infatti, di allegazioni da mettere a disposizione dell’Organo Giudicante, cosa che nella specie è regolarmente avvenuto così come la controparte avrebbe potuto verificare dall’esame degli atti del giudizio.

Rilevato, altresì, che lo stesso art. 96 NOIF non prevede in alcun modo che il ricorso diretto a conseguire il pagamento del premio di preparazione debba essere necessariamente preceduto da preliminare richiesta di pagamento, sicché il mancato esperimento di un tentativo di composizione bonaria non rappresenta condizione di procedibilità del ricorso, si evidenzia che anche il motivo di gravame afferente l’asserita mancanza del presupposto dell’annualità di tesseramento non può trovare accoglimento, in quanto non supportato da alcun elemento probatorio che la reclamante si è ben guardata dal fornire. Per di più, dalle risultanze dell’archivio storico federale emerge che in effetti il calciatore Ruffinelli Davide, nelle stagioni sportive 2011/2012-2012/2013, è stato tesserato unicamente dalla ASD Gioventù Partenope per l’intero corso di tali stagioni, sicché la decisione assunta dalla Commissione Premi appare corretta ed esente da censure.

Tanto considerato.

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche,

dichiara inammissibile il reclamo della Società ASD AV Herculaneum 1924. Ordina incamerarsi la tassa.

About admin

    You May Also Like