RECLAMO N°. 71 DELLA SOCIETÀ ASD GODIGESE CONTRO LA SOCIETÀ ASD AC VEDELAGO AVVERSO LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE PREMI (RIC. N. 256 – PREMIO DI PREPARAZIONE PER IL CALCIATORE OFFE AKOSAH GIDEON), PUBBLICATA NEL C.U. 3/E DEL 19.10.2017.

La Società ASD Godigese adiva questo TFN – Sez. Vertenze Economiche avverso la decisione della Commissione premi di cui al C.U. n. 3/E del 19.10.2017 con cui veniva riconosciuto il premio di preparazione ex art. 96 NOIF relativamente al calciatore Offe Akosah Gideon per un importo pari ad euro 1.084,00 oltre a 271,00 € a titolo di penale in favore della F.I.G.C.

Con il reclamo la ASD Godigese sosteneva la non debenza del premio di preparazione del calciatore Offe Akosah Gideon alla ASD AC Vedelago in quanto, in data precedente alla proposizione del ricorso alla Commissione Premi, e precisamente il 28.06.2017, era intervenuta una transazione tra le parti con la quale il Presidente pro tempore della ASD A.C. Vedelago dichiarava di rinunciare al premio di preparazione, come penultima Società, per il calciatore Offe Akosah Gideon.

Tale transazione era stata depositata presso la Delegazione Provinciale di Bassano del Grappa, in data 11.10.2017, e copia di tale documento veniva allegata al reclamo presentato innanzi a questo Tribunale.

Il reclamo merita un parziale accoglimento.

Infatti, la transazione intervenuta due giorni prima, rispetto al ricorso presentato in data 30.06.2017 innanzi alla Commissione Premi, acclara incontrovertibilmente che nulla è dovuto dalla ASD Godigese alla ASD A.C. Vedelago, avendo, il legale rappresentante di quest’ultima, rinunciato al Premio di preparazione, come penultima Società a cui avrebbe avuto diritto in relazione al calciatore Offe Akosah Gideon.

Fattispecie, questa, confermata nelle controdeduzioni della ASD A.C. Vedelago del 20.11.2017, laddove la Società in persona del suo legale rappresentante p.t. dichiara di aver firmato e consegnato alla controparte la liberatoria “nei primi di luglio”, sottolineando come fosse onere della ASD Godigese inoltrarne copia alla Commissione Premi.

Sotto quest’ultimo profilo, peraltro, deve essere mantenuta la condanna della reclamante al pagamento della somma di euro 271,00 alla F.I.G.C. a titolo di penale.

Invero, non può in alcun modo essere considerata erronea la statuizione della Commissione Premi, che non ha avuto a disposizione tale atto transattivo, non avendo la ASD Godigese ritenuto di depositarlo nel giudizio di primo grado.

Infatti, laddove la ASD Godigese avesse diligentemente informato la Commissione Premi dell’esistenza di un atto di liberatoria intercorso tra le due Società in data antecedente alla proposizione del ricorso, la decisione di quest’ultima sarebbe stata di segno opposto rispetto a quella attuale e, conseguentemente, non sarebbe stato incoato l’odierno giudizio.

Per questi motivi.

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche,

in parziale riforma della decisione impugnata, dichiara cessata la materia del contendere limitatamente al pagamento del premio e, conferma per il resto, quanto al pagamento della penale. Ordina restituirsi la tassa.

About admin

    You May Also Like